L’anima versatile, confortevole e sostenibile delle mie collezioni

Elegante, casual, sensuale, raffinato.
I miei capi hanno mille vite e ben si adattano ad ogni donna.

Ogni volta che penso e disegno un abito, penso al suo scopo finale: voglio che quel capo faccia sentire la donna che lo indossa a proprio agio e sicura di sé.
L’abito delle mie collezioni è…

VERSATILE
Il suo segreto sta nella sua versatilità, nella facilità con cui quel capo può essere declinato nella sua versione più elegante così come in quella più casual, grazie ad uno strategico accostamento di un accessorio o conversione di una parte del capo stesso.

Tutte abbiamo ben presenti nella nostra mente le immagini di Audrey Hepburn, Marilyn Monroe avvolte in tubini. È poi la lunghezza a fare la differenza.

Se un abito mini viene associato subito a una sensualità più accentuata, quello lungo viene spesso riservato alle occasioni più formali.

Il più versatile resta quindi il modello midi, tipico degli anni 50, con la sua allure mai démodé e che ha trovato posto nelle collezioni di moda dei grandi nomi del fashion system internazionale, rivisitate in chiavi chic e non solo nelle forme più tradizionali. Dai modelli estivi a quelli invernali, dagli abiti da giorno a quelli da sera.

CONFORTEVOLE
Bastano alcuni accorgimenti per fare diventare un capo cucito proprio per te, che permetta di muoverti liberamente, che ti lasci scendere dall’auto o salire le scale in piena sicurezza.

Ho pensato a piccole pinces in vita che ospitano pancini dilatati; sottili pinces sulle maniche, che tu stessa puoi scucire, per dar spazio a braccia meno slanciate; maniche nascoste che sorreggono mantelle che crederesti solo appoggiate sulle spalle.


MULTIFUNZIONALE
Ho pensato ad accessori poliedrici. Lo stesso abito, arricchito in modo diverso, ti accompagna in occasioni diverse.
L’esempio più pratico è il capo COROLLA: una mantellina che diventa chimoncino legato in vita per arricchire l’abito da cocktail o scialle o scaldacuore raffinato per la sera; cinture dalle fibbie intercambiabili cucite con tessuti diversi ma coordinati.

SOSTENIBILE
Iris Apfel, grande icona di stile, cresciuta durante gli anni della Grande Depressione americana ha più volte affermato che l’investimento migliore che una donna può fare è quello di comprare un abito semplice ma di ottima qualità perché in questo modo si avrà sempre qualcosa da indossare, cambiandone i connotati attraverso accessori, gioielli, sciarpe, scarpe e spille.

I capi degli anni 50 erano una vera eredità. Il passaggio tra le donne della famiglia era una pratica abituale.

Anche l’abito nuziale era pensato per una sposa che poteva riutilizzare tutto anche dopo il suo matrimonio.
Così sono i miei capi, alternativi, sdoppiabili, accostabili a stili e fatture diverse. La qualità dei tessuti, di alta gamma della manifattura italiana, permettono di tramandare questi tesori di famiglia.

Qualcosa di decisamente molto sostenibile.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *